Ludovica Valori

Catapultata volente o nolente nel mondo della musica fin dalla più tenera età, si cimenta con alterne fortune nello studio del pianoforte, come esige la tradizione di famiglia.
Dopo un paio di esami al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma abbandona lo studio per qualche anno: lavora come illustratrice e grafica, viaggia – soprattutto nei Balcani, dove si dedica a progetti di solidarietà – dopodiché incontra una fisarmonica.

Ludovica Valori

Verso la fine del 1999 entra a far parte della Titubanda (Banda di ottoni da strada), con la quale suona per diversi anni, partecipando a numerosi festival in Italia, Spagna, Francia, Stati Uniti, Serbia, Bosnia, Croazia.

 

Nell’estate del 2000 forma il quartetto da strada klezmer-balcanico Dragan Trio assieme ad Alberto Popolla, Marco De Persio e Daniele Ercoli. Il gruppo partecipa a numerosi festival buskers italiani.

Partecipa con alcuni soli di fisarmonica e trombone ai cd di Roberto Fega Metafonie e Fave Quotidiane.

Tra il 2001 e il 2005 si esibisce con Giulio Carcani al sax nel duo BarBar per le strade della Grecia, della Puglia, della Sicilia, dell’Umbria, della Toscana, della Sardegna, del Veneto.
Si laurea presso il DAMS di Roma Tre nel 2006 con una tesi in Teorie e Tecniche dei Nuovi Media.

Nel 2006 incide con il bombardino alcuni brani nel cd della cantautrice Momo Il giocoliere, partecipando ad alcuni dei suoi concerti.

Tra il 2007 e il 2011 fa parte del trio Le Romane.

Tra 2007 e il 2013 fa parte del gruppo Ardecore incidendo al trombone alcuni brani nel cd Chimera (Targa Tenco 2007). Partecipa come trombonista e fisarmonicista/tastierista ai loro concerti, tra cui il Festival della Musica Tradizionale Città di Loano con un live dedicato a Luigi Tenco, e il Post-Romantic Empire Fest con un live che vede ospite Nada. Successivamente incidera’ un brano alla fisarmonica nel cd di Nada, Vamp.
Partecipa alle incisioni del doppio album San Cadoco (2012) e al tour di presentazione del disco.

Dal 2006 al 2013 fa parte del gruppo folk BandaJorona, con il quale sperimenta le potenzialita’ del dialetto romano, componendo brani originali che vengono incisi nell’album Mettece Sopra (2012) e partecipando all’intensa attività concertistica dell’ensemble.

Dal 2008 al 2009 suona con gli Her Pillow (storica band romana dedita al folk-rock irlandese): con loro registra il cd di cover punk La Kapra Kampa. Continua a collaborare con loro in occasione di spettacoli teatrali ed eventi speciali.

Dal 2007 è fisarmonicista, trombonista e pianista delle Nuove Tribù Zulu. Con loro partecipa anche al progetto multiculturale NOW – Nomadic Orchestra of the World, un ponte musicale tra Italia e India che vede la band realizzare un tour in Italia (2009) e uno in India (inverno 2010) a fianco dei musicisti nomadi del Rajasthan. Banjara!, il cd frutto di questa esperienza, vede la luce nel 2012 per l’etichetta Materiali Sonori. Nell’estate 2013 esce Diario Nomade e a gennaio 2016 l’EP Namasté Om Shanti, dischi di cui cura anche la grafica e l’artwork.

Tra le altre collaborazioni musicali quelle con Luca Faggella, Massimiliano D’Ambrosio, Luca De Nuzzo, Yo Yo Mundi  e con gli attori Stefano Vigilante, Paolo Pesce NannaSimona Senzacqua e Donatella Mei.

Collabora ultimamente con le webzine Slowcult e Romecentral realizzando interviste ad altri musicisti e articoli su vari argomenti.

Annunci